21122012 Il mondo non finirà, purtroppo…

Tralasciando il fatto che non doveva essere assolutamente comodo avere un calendario così lungo (provate voi ad appendervi dietro la porta della cucina un calendario di 5000 anni); e tralasciando poi anche la dubbia utilità di un calendario così lungo, visto che la vita media di un Maya probabilmente non raggiungeva i 50 anni… vorrei comunque analizzare la loro teoria.

calendario Maya

pensavo giusto di appendermi in cameretta un calendario Maya propositivo

No, non quella apocalittica, quella del cambio di era.

Dunque, presupponendo che i Maya in qualche modo ci avessero preso nella conclusione dell’era, andiamo a vedere quando è iniziata.

11/08/3114 a.c.

La maestra Sara non era proprio proprio bravissima ad insegnare, probabilmente perché eravamo la sua prima classe. Ricordo una ragazza mora, con le unghie lunghe, vestita anni ’90. Aveva sempre il rossetto tra i denti. Sembrava un po’ la Tata Francesca.

Devo dire però che qualcosa mi è rimasto delle sue lezioni di storia:

  • I Sumeri con il Tigri, l’Eufrate e la scrittura cuneiforme;
  • L’ Abbazia di Montecassino e la sua sfiga perenne;
  • Martin Lutero e la rivoluzione religiosa (e la parolaccia che mi è scivolata durante quell’ora di storia)

Dei tre punti, anche se potrei parlare per ore ed ore della ricostruzione di un monastero e del fatto che la maestra Sara mi aveva fatto disegnare tutte le volte che era stato distrutto e ricostruito (approfondimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/Montecassino#Storia )…

Dei tre, dicevo, ovviamente ci interessano i Sumeri, che si piazzano tra il 4000 e il 1500 ac (un sacco di tempo!).

Che io sappia e che io ricordi la scrittura ha trovato la sua diffusione proprio con i Sumeri: le famosissime incisioni cuneiformi del 3500 ac (più di 5500 anni fa). A dirla tutta poi si è scoperto che le prime forme di comunicazione scritta prive di immagini (quindi, cari cavernicoli, per voi non c’è posto) risalgono al 4000 ac, ma noi faremo finta di non saperlo perché tanto sono ancora ipotesi.

evoluzione digitaleDunque, intorno al 3500 abbiamo il decisivo abbandono della trasmissione della cultura e del commercio per immagini. D’ora in poi si adotterà la forma scritta, il secondo elemento, dopo la forma orale, fondamentale per la crescita culturale dell’uomo. Ovvero la forma di comunicazione che ci ha portato ad essere quello che siamo (anche in senso dispregiativo).
Abbiamo pure il primo media, se vogliamo, l’argilla.

 

Ora andiamo a vedere la fine di questa benedetta era:

21/12/2012 dc

Sì, oggi.
Cos’è successo alla trasmissione della cultura?

La scrittura è andata via via sviluppandosi, accompagnata da tutte le altre scienze e arti.
Dall’argilla e dal papiro (c’erano anche i Faraoni insieme ai Sumeri) siamo passati alla pergamena, poi ai codici,  ai libri a stampa, fino all’era digitale.
Ecco la svolta: la nostra trasmissione di dati ora è quasi definitivamente digitale. Tant’è che proprio nel 2012 c’è stata la maggior distribuzione di ebook e device annessi e connessi.

Ora la scrittura non posa più su elementi tangibili, ed ergonomici, ma su dischi fissi.
Non scriviamo più, digitiamo; e anche il modo di leggere è cambiato (parlo della lettura in video ovviamente).

L’inizio di una nuova era?
Il 2012 come l’inizio dell’era digitale?

Era Digitale

Era Digitale

No, l’era digitale è iniziata da mo’.
Magari però possiamo riconoscere che negli ultimi anni si è letteralmente imposta, sostituendo sia scartoffie burocratiche che romanzi.

Una nuova forma di comunicazione, digitale, che ci porterà ad essere come saremo (anche in senso dispregiativo… )

 

Conclusioni

Detto ciò, siamo tutti consapevoli del fatto che i Maya non ne sapevano nulla di tutta sta menata sulla scrittura, e probabilmente non avevano mai visto un Sumero in vita.
Men che meno possiamo arrovellarci dopo 5500 anni sul loro calendario, o meglio, lo possiamo anche fare, ma magari seguendo scopi archeologici, e non apocalittici.

Oh, è proprio un’americanata sta cosa della fine del mondo!

MA COMUNQUE dovesse arrivare davvero un’asteroide, come ho sognato questa notte, potete anche stare tranquilli: prenderebbe Montecassino.

Annunci

3 pensieri su “21122012 Il mondo non finirà, purtroppo…

  1. Troppo bello!
    A proposito di scrittura, nel mese di dicembre ancora non sapevi della funzione vocale del tuo Mac e che avresti felicemente risolto il grosso problema della tesi….e non sapevi neanche che un meteorite sarebbe caduto sui monti Urali provacando un gran numero di feriti, nè che un asteroide ha sfiorato la Terra. A momenti i Maya c’azzeccavano!

    Mi piace

  2. Pingback: Progetto You Stringher Blogger ufficiale | Choosy per scelta (degli altri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...